il Programmatore
Sport, Cinema, Tecnologia, News

il Programmatore » Inter » 2016 » Inter Palermo 1 1

Inter Palermo 1 1

Inter Palermo 1 1
Serie A 2016-2017, 2 giornata. Inter Palermo 1 1.

Un Palermo inesistente strappa un punto fondamentale al Giuseppe Meazza contro un'Inter sprecona.

I rosanero vanno in vantaggio immeritatamente all'inizio della ripresa con un gol su deviazione. Risponde più tardi Icardi di testa su cross al bacio di Candreva, entrato dalla panchina al posto di Perisic.
Nonostante il pareggio, questa volta qualche segnale incoraggiante si è visto: la partita non è totalmente da buttare come quella contro il Chievo.

Dopo un avvio che non prometteva niente di buono e caratterizzato dalla solita manovra lenta ed infruttuosa, l'Inter è riuscita, dalla mezz'ora in poi, ad essere più volte pericolosa, creando numerose occasioni purtroppo sprecate.
Gli errori che si sono visti sono stati soprattutto sotto porta. Qualche sbavatura nel secondo tempo anche sulle ripartenze, sintomo di poca lucidità nei passaggi probabilmente a causa di una condizione fisica non ancora al meglio (chi ha detto Kondogbia?).
Monumentale Antonio Candreva: appena entrato, salta l'uomo e subisce il fallo che ammonisce l'avversario. Con lui in campo, finalmente si sono iniziati a vedere cross precisi e pericolosi. L'assist non si fa attendere.
Nuovamente un fantasma Mauro Icardi per gran parte della partita. Pochi palloni toccati dal "capitano" e quasi sempre sprecati. Stavolta almeno ho visto qualche tentativo di sponda per i compagni ma siamo lontano anni luce dal fenomeno che tutti (lui compreso) credono lui sia. Almeno ha segnato.
Con il rientro di Murillo in coppia con Miranda la difesa torna ad essere più solida, subendo meno.
Invece, nel primo tempo, è mancata la spinta dei terzini, come contro il Chievo.
Attenzione: si sta sempre parlando di un pareggio in casa contro una squadra che probabilmente anche quest'anno lotterà per non retrocedere. Non si può essere soddisfatti. Ma è anche vero che siamo alla seconda giornata e che i campionati si vincono a maggio, non ad agosto. Inoltre, quest'Inter ha dato l'impressione di poter stravincere questa partita: il problema è che purtroppo non l'ha fatto.
Sono sempre più convinto che a questa squadra manchino 2 terzini di qualità e una vera prima punta.

Quando l'Inter si sbatte e cerca di creare gioco ed occasioni come credo abbia fatto oggi, non posso essere arrabbiato. Forse sono stato abituato anche a peggio e quindi mi basta poco per essere contento. Quello che certamente è rimasto oggi è l'amaro in bocca.
Attendiamo ancora, questa volta con qualche speranza in più.
Aspettando Joao Mario e Gabigol...