il Programmatore
Sport, Cinema, Tecnologia, News

il Programmatore » Inter » 2016 » Chievo Inter 2 0

Chievo Inter 2 0

Chievo Inter 2 0
Serie A 2016-2017, 1 giornata. Chievo Inter 2 0.

Una doppietta di Valter Birsa manda ko i nerazzuri al Bentegodi. E come poteva essere altrimenti.
Un ottimo Chievo, solido, concentrato, ben disposto in campo e ben preparato fisicamente nonostante l'alta età media (che non c'entra un cazzo se ci si allena bene).
Dall'altra parte, invece, c'era la stessa Inter della scorsa stagione, senza gioco ma soprattutto poco pericolosa. Pochissime occasioni create, tutte casualmente. Di conseguenza, pochi tiri in porta.
Eppure erano in campo sia Banega sia Candreva, i due nuovi acquisti top, che però sembrano essersi adattati perfettamente allo stile Inter.

Pur con tutte le attenuanti del caso (allenatore nuovo, calcio d'agosto, ecc.), la situazione è grave, non tanto per il risultato quanto per la prestazione.
Non c'è neanche un piccolo segnale incoraggiante a cui aggrapparsi.
Ora tutti sono alla caccia di un colpevole ma la verità è che le cause di questa situazione sono molteplici.

Personalmente, non sono dispiaciuto del ben servito che la società ha dato a Roberto Mancini. L'allenatore jesino ha avuto tempo e mezzi per fare bene ed ha deluso in pieno ugualmente con scelte tecniche sbagliate. Giusto il cambio. Il problema è che la società ha pensato bene di farlo non solo a 10 giorni dall'inizio del campionato ma chiamando pure un allenatore che non ha mai nè giocato nè allenato in Italia e che per di più non sa nemmeno la lingua!
Inevitabile un tempo di latenza di minimo un paio di mesi, nei quali sicuramente la Juventus ci darà minimo 20 punti in classifica!

Una squadra che ha come "capitano" una femminuccia come Mauro Icardi non può che collezionare figure di merda come quella appena fatta. 90' in campo per l'argentino, 0 tiri in porta, 0 contrasti vinti e pochissimi palloni giocati. Confermo tutto quello che ho già detto nell'articolo che gli ho dedicato. Sempre fuori dal gioco e sempre lontano dai compagni. Un attaccante che gioca solo per la gloria personale del gol.
Grande idea, al limite della comicità, quella di costruirgli la squadra intorno. Ancora più grande quella di rinnovargli il contratto, prolungandolo e raddoppiandolo come la mogliettina voleva. VERGOGNA!
E intanto i 60 milioni che il Napoli ha offerto non torneranno più. E Jovetic rimane in panchina. Anzi no, torna alla Fiorentina in prestito gratuito con parte dell'ingaggio pagata. Dei geni.

Anche il nuovo allenatore, Frank De Boer, sembra voler adottare a tutti i costi un modulo senza averne gli interpreti adatti. Esattamente come Mancini. È senza mediani e vuole giocare coi mediani. Ha tante seconde punte e vuole giocare con le ali.
Perchè non adottare uno scolastico 4-4-2 con Perisic e Candreva larghi a centrocampo, Banega in mezzo libero di avanzare, a fianco Kondogbia o Medel in copertura e Jovetic a ridosso della prima punta?
Gli allenatori devono togliersi il paraocchi e imparare a mettere in campo una squadra in base ai giocatori che hanno a disposizione in modo da farli rendere al meglio. A quanto pare, invece, all'Inter non funziona così.
A questo punto, se De Boer avesse in squadra Messi, è probabile che non lo farebbe giocare perchè non si adatta al suo modulo.

Non ci siamo. La squadra non ha nè l'atteggiamento, nè la mentalità e nè l'orgoglio per fare bene. Moscia in campo mentalmente e fisicamente, con una preparazione fisica ed atletica inesistente. I giocatori sembra che si odino a vicenda.
Con questi problemi diventa anche inutile parlare di modulo o tattica.

È da 5 anni che hanno messo la sveglia ma deve ancora suonare. Spero di sbagliarmi presto.